giovedì 16 giugno 2011

88 miglia all'ora

Sono anni "di assoluto immobilismo": il governo sembra incapace di prendere decisioni concrete; nel Paese si diffonde un forte malcontento, accentuato dalle condizioni economiche e dai sospetti emersi con gli scandali relativi al presidente del consiglio. Il leader del partito si mostra fiducioso di sé, ma e' malato, piuttosto seriamente, e tiene testa alle sue condizioni solo grazie alla sua fibra visto che conduce una vita estremamente sregolata. Si mostra fiducioso di sé anche quando il referendum, proposto dagli avversari e al quale si era opposto in ogni modo, raccoglie un larghissimo consenso.
La magistratura, nel mentre, tiene sotto controllo lui ed i suoi collaboratori ed e' solito accusare questa attivita' di avere "un preciso disegno politico". Molti studenti manifestavano e Fini sottolineo' pubblicamente l'impossibilita' di tenere in vita il parlamento.


A cosa avete pensato?
Posta un commento