lunedì 1 luglio 2013

D&DNext - Creazioni del personaggio

Questo weekend, post-grigliata, abbiamo fatto un esperimentino con D&DNext: ci siam messi ed abbiam provato a mettere a punto dei personaggi di 12mo livello da zero ed abbiam guardato un po' quanto tempo ci si metteva e cosa ne usciva.
Io ho fatto un altro esperimento, di cui parlero' in seguito.

Sono usciti dal cilindro un trio di personaggi, paladino nano, chierico umano e mago halfling, decentemente personalizzati e piuttosto efficaci in circa 40 minuti. Ad occhio fare un gruppo di personaggi di livello 3 (ufficialmente diventato il livello da cui iniziare se non si e' completamente novizi) impiega una ventina di minuti.

La prima osservazione e' che l'"appiattimento" delle regole (il regolamento si e' snellito moltissimo e l'insieme di bonus da tenere in considerazione e' molto piu' ristretto) e' piuttosto apparente: i vari incantesimi di potenziamento classici tipo Bless (+1d4 ad attacchi/TS), Prayer (+1 CA, attacco, danno, check e TS) e Divine Power (solo per Paladino, +4 a check di forza, attacco e danno) sono tutti a concentrazione, il che significa che ciascun personaggio ne puo' tenere attivo uno soltanto.
Il meccanismo di vantaggio/svantaggio alleggerisce il tutto in maniera molto efficace.
Abbiamo anche apprezzato il nuovo metodo per il calcolo del PF. Il metodo e' molto 3.5 oriented, quindi ogni livello si guadagna un dado dipendente dalla classe + il modificatore costituzione MA il risultato del dado se e' la meta' del massimo o meno vale la meta' +1.
Esempio1: il paladino ha il d10, se tira da 1 a 6 vale 6, se tira oltre vale il risultato del dado.
Esempio2: il chierico ha il d8, se tira da 1 a 5 vale 5, se tira oltre vale il risultato del dado.
Esempio3: il mago ha il d4, se tira 4 vale 4, altrimenti vale 3 (il mago e' un po' all'estremo).

La differenza piu' sostanziale di questo metodo (che ho soprannominato "metodo antibestemmia", memore di quante volte ho visto guerrieri tirare un 1 sui PF) e' che la differenza in PF si fa ben marcata e che un investimento di caratteristiche e talenti puo' portare ad appianare la differenza (il paladino con cos13 nano aveva 128PF, il chierico con cos 16 e un talento sui PF ne aveva 120).

Fatti un po' di scontri e' saltato fuori che:
a) il paladino e' un personaggio molto, molto robusto
b) un paladino con Sacro Vendicatore in mano e' molto, molto, molto robusto
c) il chierico forse ha pochi incantesimi di attacco (lancia meno incantesimi di un mago) ma finisce con l'essere decisamente corazzato
d) gli stivali alati sono giustamente un oggetto considerato "molto potente" :D

Per provare abbiamo simulato uno scontro tra i suddetti paladino + chierico del dio della guerra contro un Balor.

Salve!
/

Suddenly, a wild Balor appears!

I due sono tecnicamente la nemesi (CA molto alta, HP molto alti, TS molto buoni, spellcaster buono/discreto) di un Balor che, tuttavia, e' un mostro di 18mo. E' andata a finire che il Balor si e' fatto male, ma se li stava giustamente masticando.
Fossero stati in 4, un teorico gruppo completo, non sono sicuro sarebbe finita meglio per il gruppo perche' l'economia delle azioni sarebbe cambiata: il Balor si sarebbe focalizzato sui membri "non nemesi" del gruppo, forzando una buona fetta di azioni sulla difensiva (il chierico difficilmente avrebbe lanciato un Ferire, quanto un Guarigione su un alleato in difficolta') e il Balor avvrebbe fatto un uso efficace delle evocazioni (ottenendo vantaggio per colpire gli avversari con CA alta).

Il sottoscritto, nel mentre, ha fatto una cosa molto old-style: ha tirato i punteggi di caratteristica in ordine (tiro per la forza... 15! Ora per la destrezza... 11! Eccetera) ed ha creato un personaggio partendo da quel vettore di caratteristiche casuale. Ne e' uscito un mago illusionista decente (partendo da Int 15 al 12mo aveva un 19 senza oggetti magici) (che comunque non esistono, oggetti magici che aumentano Int, dico) con Forza e Carisma alti. Un mago figaccione. Rarita'! :O
Sono molto tentato di provare a proporre di creare un gruppo partendo da caratteristiche cosi'. Un vero "appiattimento" e' proprio dovuto al fatto che in linea di massima di recente creando un personaggio si assegnano i punteggi di caratteristica al 100% per utilita' a scalare e non ci sono "punti di originalita'" strani su cui lavorare.
Detto fuori dai denti: da quando e' uscita la terza edizione (cioe' da quando Costituzione pompa Concentrazione, utile per lanciare incantesimi in mischia) non ho piu' visto un mago gracile.
Posta un commento